Punti di vista, 11 dicembre 2017

La rubrica sullo sport sardo a cura di Fabio Frongia

Le immagini presenti su www.fotocronache.it sono in vendita per l'uso editoriale di organi e agenzie di stampa: maggiori informazioni a questo link.
Le immagini sono altresì in vendita per uso privato a questo link su www.afoto.it.

Un Cagliari dai due volti trova un punto, che vale come e più di una vittoria, al cospetto di una Sampdoria scintillante per un’ora, in balia delle onde per meno di dieci minuti, fermata da un superlativo Cragno nel finale come nel primo tempo. Finisce 2-2 alla Sardegna Arena, ma i rossoblù se la sono vista brutta, anche a causa di quattro infortuni (uno nel riscaldamento, a Rafael) che hanno limitato ulteriormente le scelte già ridotte all’osso.

Lopez mette Cragno all’ultimo, e il fiorentino sarà una salvezza. Sceglie Dessena (come annunciato) per lo squalificato Barella, e conferma tutto il resto. Pronti, via e Ceppitelli si fa male alla schiena, entra Pisacane. La Samp preme, va sul 2-0, sfiora il tris, si fa male anche Faragò e poi Dessena, al 40′ Lopez ha esaurito i cambi e la squadra è alle corde. Nella ripresa, Viviano regala l’1-2, Pavoletti incorna il pari, la Sardegna Arena si rianima e i rossoblù potrebbero vincerla, ma anche perderla, senza i miracoli del portiere.

Alla fine è un risultato prezioso, in un dicembre durissimo, dove il KO poteva costare dal punto di vista del morale più che della classifica. Sugli scudi, oltre a Cragno, un Pavoletti lottatore e un Farias che dà la scossa, mentre van der Wiel regala sprazzi incoraggianti per il futuro, specie se Faragò dovesse rimanere ai box per qualche tempo. Delusione per Marco Giampaolo, ex amato che ha fatto vedere una volta di più la bontà della sua Sampdoria, colpevole di un blackout non inedito per i blucerchiati. Vedere giocare questa squadra e alcuni suoi interpreti (Torreira, Quagliarella, Ramirez, Caprari) è però un piacere.

Sabato felice per lo sport sardo: la Dinamo Sassari passa a Brescia, capolista fin lì imbattuta, e continua la sua striscia salita a 5 vittorie. La Cagliari Academy conferma il fattore Pala Pirastu e vince con autorità sull’Eurobasket Roma, mentre la Fotodinamico Cagliari cede tra le mura amiche; in Serie D di calcio vince in rimonta il Lanusei (alla prima col nuovo allenatore), mentre crolla per 4-3 (vinceva 3-1) il Latte Dolce a Roma contro il Trastevere. Gioie arrivano dal calcio a 5 (colpi di Sestu e Ossi), mentre nel volley prosegue la marcia del Palau in B1, così come quella della San Paolo in B2. 

di Fabio Frongia

Close