Punti di vista, 30 gennaio 2018

La rubrica sullo sport sardo a cura di Fabio Frongia

Le immagini presenti su www.fotocronache.it sono in vendita per l'uso editoriale di organi e agenzie di stampa: maggiori informazioni a questo link.
Le immagini sono altresì in vendita per uso privato a questo link su www.afoto.it.

Weekend più che positivo per lo sport sardo, con la sola beffa dell’Olbia (Serie C di calcio, dove l’Arzachena vince in casa del Pontedera) a stonare nel quadro fatto di risultati più che utili nelle varie classifiche e molti dei quali contro pronostico.

Sorride il Cagliari, che esce indenne (punizione di Cigarini per l’1-1 finale) dalla corrida di Crotone, dove arbitro e Var danneggiano-favoriscono entrambe, tra rigore regalato (al Crotone) e gol annullato (al Crotone) senza troppo fondamento. Espulso (in modo esagerato) Pisacane. Per i sardi in emergenza è comunque un gran risultato, e domenica contro la Spal non si potrà sbagliare, scontro decisivo per la salvezza da affrontare in casa e con Pavoletti, Barella e Joao Pedro al rientro.

La Dinamo si rialza alla grande demolendo Torino. Partita senza storia, dopo la quale parla solo il presidente Sardara, che bacchetta i tifosi per i fischi pre-gara a Pasquini, tecnico-GM in discussione per la piazza ma non per il numero uno di via Nenni.

Grande risultato, a Legnano, di una Cagliari Dinamo Academy (basket maschile, A2) sempre scoppiettante e imprevedibile, ancora a distanza di sicurezza dalla zona calda. Stesso comportamento per l’Hermaea Olbia (A2 volley femminile), che vince 3-2 contro Marignano e ottiene due punti inattesi. Infine, il derby di futsal maschile (A2) è del Sestu sulla Leonardo.

di Fabio Frongia

Close