Jacopo Cullin E’ inutile a dire

E' inutile a dire

Le immagini presenti su www.fotocronache.it sono in vendita per l'uso editoriale di organi e agenzie di stampa: maggiori informazioni a questo link.
Le immagini sono altresì in vendita per uso privato a questo link su www.afoto.it.

Dopo aver annunciato il rinvio di tutti gli appuntamenti primaverili del suo nuovo spettacolo “È inutile a dire!” disseminati tra Sassari (24 aprile al Teatro Verdi), Nuoro (il giorno dopo al Teatro Eliseo) e Cagliari (il 30 aprile, primo e 2 maggio all’Auditorium del Conservatorio), l’attore e regista cagliaritano Jacopo Cullin sceglie la diretta Facebook per ringraziare e omaggiare il suo pubblico.

Giovedì 30 aprile alle 18 l’artista isolano si esibirà sulla sua pagina vestendo i panni di Angioletto Biddi’e Proccu, uno dei suoi personaggi di maggior successo. Cullin sarà affiancato “virtualmente” dal collega e amico Gabriele Cossu, attore e collaudata spalla che proprio insieme a lui avrebbe dovuto calcare i palcoscenici isolani in questi giorni di primavera.

«È il mio modo di ringraziare il mio pubblico, promettendogli che torneremo presto a Teatro!», sottolinea Jacopo Cullin. «Tra tutte le emozioni – continua – la felicità è quella che preferisco provare a regalare, ed è per questo motivo che insieme a Gabriele Cossu ho deciso di fare una diretta Facebook nella quale interpreterò Angioletto Biddi’e Proccu. Sarà qualcosa di unico, perché improvviseremo un po’ e ci godremo insieme quegli istanti. Ho scelto il 30 aprile perché sarebbe stata la prima delle tre date a Cagliari: un modo per ricordare al pubblico che gli spettacoli non sono annullati, ma solo rinviati, e per goderci insieme qualche minuto di spensieratezza in questo periodo di quarantena.»

I biglietti acquistati per le date di “È inutile a dire!” rimangono validi per i prossimi appuntamenti da definire, e per ulteriori informazioni è possibile consultare il sito ufficiale dell’artista(www.jacopocullin.com) o i canali del Circuito Boxoffice Sardegna.

Jacopo Cullin – E’ inutile a dire

Back to top button
Close