11-02-2019 Salti da podio agli Italiani Allievi Indoor: Oro per Luiu, Argento per Laconi

Le immagini presenti su www.fotocronache.it sono in vendita per l'uso editoriale di organi e agenzie di stampa: maggiori informazioni a questo link.
Le immagini sono altresì in vendita per uso privato a questo link su www.afoto.it.

Di Gianluca Zuddas

Nonostante lo sparuto numero di atleti, appena 8 per 5 società, buoni risultati dai Campionati Italiani Indoor Allievi, tenutisi ad Ancona il 9 e il 10 febbraio: un oro, un argento e altri due finalisti, il bottino completo.

Luiu d’oro Come da pronostici della vigilia, il sassarese Massimiliano Luiu è Campione Italiano nell’alto. L’allievo di Crescenzio Carboni si impone a 2.03 (PB) e batte Lorusso che supera i 2.03 solo al terzo tentativo. Luiu entra in gara a 1.85, misura superata al primo tentativo; passa 1.88 e poi cammino immacolato da 1.91 sino a 1.97. Primo errore a 1.99 (valido il secondo tentativo), secondo errore a 2.01 (valido il secondo tentativo), terzo errore a 2.03 (valido il secondo tentativo); a titolo conquistato, tre errori a 2.05.

Argento a sorpresa per Laconi Si migliora, e tanto (ben 53 centimetri sul personale), l’oristanese Andrea Laconi e ottiene all’ultimo salto uno splendido argento con un ottimo 14.33. La successione completa dei salti: 13.56, 14.10, 14.03, 13.75, 12.96, 14.33.

Loi-Porcu finalisti negli ostacoli Ottavo posto per la cagliaritana Federica Loi e per l’oristanese Leonardo Porcu nei 60 hs. Per la cagliaritana 8”83 (PB) in batteria, 8”84 in semifinale e 8”96 in finale. Per l’oristanese 8”25 in batteria, 8”19 (PB) in semifinale, 8”35 in finale.

Altri risultati: Francesco Sanna 10° nei 1.500 metri con 4’27”51; Valeria Pinna 13° nei 3.000 di marcia con 16’22”23; Antonio Careddu 19° nel lungo con 6.27; Silvia Aru 53° nei 60 hs con 14”37.

Contemporaneamente, a Iglesias si teneva l’ultima manifestazione indoor isolana. Tra i risultati principali brilla il 4.61 di Luca Barbini nell’asta: sarebbe record sardo indoor, ma il saltatore è tesserato per l’Atletica Lecco. 

Nella velocità, 60 piani, la miglior prestazione è di Antonio Moro con 6”86 (6”90 in batteria). Sotto i 7 secondi anche Gianpietro Fronteddu con 6”94 (7”04), mentre a Francesco Carrieri manca poco (7”01 in batteria, 7”02 in finale). Tra le donne è lotta in casa tra Giulia Mannu (7”75 in finale, 7”89 in batteria) e Federica Lai (7”78 in finale e  7”79 in batteria). Sotto gli 8 secondi anche Cinzia Piras (7”84 in finale, 7”97 in batteria) e Patricia Imprugas (7”94 in finale, 8”05 in batteria). Tra le cadette, brilla Eleonora Serra (classe 2005): 8”00 nei 60 piani e 5.15 nel lungo. Nell’alto 1.83 di Camillo Delogu. Nel lungo vittoria di Felipe Tommasini con 6.78.

Back to top button
Close